La Strategia Digitale della Liguria: anche Conf Salute tra gli “attori” delle progettualità

Giornata importante oggi al Porto Antico di Genova, per l’evento conclusivo di presentazione dei 50 progetti che comporranno la strategia digitale di Regione Liguria nei prossimi tre anni.

La presentazione ufficiale si è aperta in mattinata, dietro la cura e la regia del Commissario per l’Innovazione Digitale Enrico Castanini, insieme ai 50 stakeholder del territorio, a cui si sono aggiunti altri 15 enti e associazioni che, in questi mesi, hanno attivamente partecipato, con i loro vertici, alla creazione della Strategia insieme al Commissario, facendosi promotori e co-designer dei progetti.

Tra i settori maggiormente interessati c’è anche il grande mondo della Sanità, con Confcommercio Salute, Sanità e Cura, rappresentato oggi dal presidente nazionale Luca Pallavicini, tra gli attori principali del “panel” di soggetti coinvolti per lo studio delle progettualità.

“Confcommercio Salute, Sanità e Cura è onorata e grata di esser stata inserita tra i soggetti coinvolti dal Commissario all’Innovazione digitale della Liguria, Enrico Castanini, nel percorso di ascolto, condivisione e progettazione delle “Strategie Digitali della Liguria” dedicate al mondo della Sanità – ha dichiarato Pallavicini – Un lavoro corale necessario per approfondire le necessità del territorio, confrontandole con le opportunità derivanti dal PNRR e dagli altri strumenti normativi ed economici a disposizione di Regione Liguria”.

Ha aggiunto il presidente di Conf Salute: “Siamo convinti che nella Sanità del futuro sarà sempre più importante favorire l’integrazione tra soggetti erogatori pubblici, privati e privati accreditati: attori e autori delle politiche sanitarie, da coinvolgere sempre di più nella definizione degli obiettivi, dei percorsi di presa in carico dei pazienti, degli strumenti con cui realizzarli e degli indicatori con cui valutarli. In quest’ottica – ha concluso il presidente – è per noi cruciale attivare un dialogo aperto e costante con le istituzioni, specie su temi, progetti e sfide della Sanità Digitale, per plasmare insieme un Sistema Salute efficace e a misura di paziente”.

Gli spunti di Confcommercio Salute

Ecco le nostre istanze, condivise con gli altri relatori del panel Sanità, su alcune delle progettualità più significative.

FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO – E’ lodevole l’obiettivo di evolvere il FSE di Regione Liguria, tenendo conto delle recenti best practices nazionali recepite dalle Linee Guida attuative (DM 20 maggio 2022), per rafforzare l’integrazione tra professionisti e strutture sanitarie, anche attraverso la condivisione dei dati clinici, per un’assistenza sempre più personalizzata sul paziente.

OSSERVAZIONI: bene “rafforzare” il Fse quale strumento diffuso e di facile fruizione per tutta la popolazione, specie i soggetti più fragili.

Occorre lavorare per far sì che tutto l’universo della “presa in carico” del paziente si possa rendere fruibile all’interno del Fascicolo, servizi degli erogatori accreditati compresi, tra cui: servizi svolti da Rsa in strutture e sul territorio, laboratori etc

PRENOTAZIONI SANITARIE e PRENOTO SALUTE – Il tema e le progettualità a esso legate rivestono un ruolo cruciale in ottica di cura e prevenzione della cittadinanza.

OSSERVAZIONI: in questo contesto, così come avvenuto nella virtuosa esperienza di progettazione e lavoro sinergico legata alle vaccinazioni, siamo pronti a fornire idee e supporto per “aprire” l’infrastruttura tecnologica di “Prenoto Salute” a tutte le componenti della presa in carico della persona, siano esse erogate da soggetti pubblici o privati accreditati, chiaramente nel rispetto nei differenti perimetri d’azione

Da lì la possibilità di sviluppare, proporre alla cittadinanza e mettere a sistema, in un’ottica di integrazione e non di concorrenza rispetto al SSN, nuovi progetti di assistenza di prossimità: reti di servizi sul territorio, mettendo insieme in modo organico e coordinato erogatori per il sostegno, la cura, l’assistenza, l’assistenza integrata, le prestazioni ambulatoriali e di laboratorio, le prestazioni sanitarie e chirurgiche domiciliari o in strutture del territorio.

In questo contesto spicca anche il progetto pilota sul tema, sul territorio di Genova, che verrà sviluppato da Confcommercio Salute nel 2023 col coinvolgimento di farmacie, Rsa, assistenza domiciliare e strutture private e private accreditate.

IT-CURA – Piattaforma e strumento che inquadra, a partire dagli aspetti più generali, una filosofia e una vision pienamente in linea con i nostri principi.

OSSERVAZIONI: considerare in questo universo anche l’azione cruciale del mondo socio sanitario e delle Rsa, complementare al servizio pubblico.

Tenere in considerazione i servizi erogati dal privato accreditato e i dati di tipo socio assistenziale.

Valutare l’ipotesi, senz’altro significativa, di far confluire nella piattaforma IT-CURA i dati della nostra macro area, con la possibilità di mettere a disposizione dell’infrastruttura globale la cartella clinica già attiva in molte delle nostre strutture.

Hanno preso parte al panel Sanità: Matteo Bassetti (Dir. Clinica Malattie Infettive Ospedale San Martino), Francesco Berti Riboli (Pres. Sez. Sanità Confindustria Genova), Elisabetta Borachia (Pres. Federfarma Liguria), Luca Pallavicini (Pres. nazionale Confcommercio Salute, Sanità e Cura), Paolo Petralia (Dir. Gen. Asl4 Chiavarese), Andrea Stimamiglio (Segr. Regione Liguria Fed. Italiana MMG).

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Potrebbe interessarti anche

News

Cover stories

Iscriviti alla Newsletter