Long Covid, il nuovo studio inglese: solo 1 paziente su 4 non ha problemi dopo un anno

Il Long Covid può durare fino a un anno, specialmente se si è stati ricoverati in ospedale. Un anno dopo aver avuto il Covid infatti solo un paziente su quattro, di quelli ricoverati in ospedale, si è sentito di nuovo completamente bene, una volta guarito.

A sottolinearlo un nuovo studio inglese, pubblicato su The Lancet Respiratory Medicine, che ha scoperto che essere di sesso femminile rispetto a quello maschile (32% meno probabile), avere l’obesità (50%) e aver avuto la ventilazione meccanica in un ospedale (58% meno probabile) sono tutti associati a una minore probabilità di recuperare completamente la propria forma fisica nel giro di un anno. La ricerca si è basata su dati di pazienti inglesi.

I sintomi più comuni di Long Covid erano affaticamento, dolore muscolare, rallentamento fisico, scarso sonno e dispnea (difficoltà respiratoria). Il team ha utilizzato i dati dello studio Covid-19 post-ospedalizzazione (PHOSP-COVID) che ha valutato gli adulti che erano stati ricoverati con Covid nel Regno Unito e successivamente dimessi.

Un totale di 2.320 partecipanti, dimessi dall’ospedale tra il 7 marzo 2020 e il 18 aprile 2021, sono stati valutati cinque mesi dopo la dimissione e 807 partecipanti (il 33%) di età media di 59 anni hanno completato entrambe le visite di cinque mesi e un anno al momento dell’analisi. La proporzione di pazienti che riportavano un recupero completo era simile tra i 5 mesi e 1 anno.

In una precedente pubblicazione di questo studio, gli autori avevano identificato quattro gruppi o ‘cluster’ di gravità dei sintomi a cinque mesi, che sono stati confermati da questo nuovo studio a un anno. Dei 2.320 partecipanti, 1.636 avevano dati sufficienti per assegnarli a un gruppo: 319 avevano una compromissione della salute fisica e mentale molto grave, 493 avevano una grave compromissione della salute fisica e mentale, 179 una moderata compromissione della salute fisica con compromissione cognitiva e 645 una lieve compromissione della salute fisica e mentale.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Potrebbe interessarti anche

News

Cover stories

Iscriviti alla Newsletter