Rsa e strutture sanitarie, salute e benessere al centro: ecco il sistema “Clean&Care” di Soligena e Comark

Soprattutto nell’ultimo anno duramente segnato dall’emergenza Covid, la salvaguardia della salute e del benessere delle persone nei diversi ambiti della vita sociale sono diventati elementi cruciali per ogni tipo di attività e luogo: dalle scuole agli uffici, passando per i pubblici esercizi e gli spazi industriali ma soprattutto se ci si riferisce alle strutture sanitarie di ogni tipologia. Mantenere gli ambienti correttamente puliti, significa infatti garantire le condizioni per svolgere le attività quotidiane in piena sicurezza e comfort, migliorando produttività e qualità di vita delle persone.

Una “mission” portata avanti da anni da Comark Italia, realtà nata nel 1980 che offre soluzioni e servizi per il Cleaning professionale, con un approccio sempre orientato al dialogo e al confronto continuo con le esigenze che cambiano. Realtà inserita all’interno di Soligena, il consorzio italiano che riunisce i produttori e i dealer più qualificati nel panorama del Cleaning professionale. Un Gruppo la cui esperienza affonda le radici in ambito sanitario, per diventare poi negli anni un punto di riferimento per la progettazione di sistemi di pulizia che definiscono le corrette procedure da applicare per garantire ambienti salubri e puliti nella prevenzione del rischio infettivo.

Abbiamo incontrato Marco Costaggiu, amministratore delegato di Comark e vice presidente del consorzio Soligena.

Costaggiu, la vostra realtà ha saputo mutare nel tempo: da consulenti specializzati in materia a veri e propri “problem solver” per tutte le esigenze legate all’igiene e alla pulizia industriale, professionale e privata. Che percorso è stato?
«La nostra azienda è nata nel 1980 come azienda familiare. Oggi siamo alla seconda generazione: un vanto per noi, dal momento che purtroppo non tutte le realtà riescono oggi ad arrivare a tanto. Occupandoci di igiene su tutta la Liguria e Basso Piemonte, negli ultimi quindici anni siamo ulteriormente cresciuti e abbiamo potuto espanderci in nuovi locali. La sede di Comark è oggi a Genova Bolzaneto, in una struttura di più di 1500 metri quadri tra magazzini e uffici. Soprattutto in questi ultimi periodi il mercato è cambiato e ha richiesto una nuova flessibilità: attenti al nostro territorio, ci siamo specializzati nel settore comunità, con un’attenzione particolare al settore socio-sanitario. Negli anni abbiamo portato avanti un percorso difficile ma importante, raggiungendo buoni risultati insieme ai nostri clienti. E questo è importante: ci piace trovare le soluzioni migliori a seconda dei nostri clienti e non soluzioni standard».

Rsa, studi medici e strutture sanitarie, entriamo nello specifico: che servizi offrite?
«Il 2020 è stato un anno ambiguo: buono sotto l’aspetto più commerciale, ma estremamente complicato per tutto ciò che è accaduto con l’arrivo del Covid. Anche per noi, da febbraio 2020, è stato come svegliarsi di colpo in un altro mondo. Diverse per noi sono state le problematiche: la mancanza di prodotto, la difficoltà di fornirne prodotti, materie prime e presidi. E purtroppo ancora oggi è così, almeno fino a che la situazione non inizi a tornare lentamente alla normalità. A tutto ciò noi di Comark abbiamo cercato di trovare varie soluzioni: abbiamo avuto però la fortuna di aver fatto quattro anni fa la scelta più giusta entrando all’interno del consorzio Soligena. Tale scelta ci ha dato un grande aiuto, anche solo per il fatto di essere pronti, già prima del Covid, sulla dinamica della prevenzione delle infezioni in ambito sanitario e socio-sanitario, che sia Rsa o uno studio medico».

Prima di arrivare al sistema “Clean&Care”, diamo uno sguardo d’insieme. Innovazione e capacità di fornire differenti tipologie di risposte: sono 2 priorità che avete individuato negli anni e che l’ondata pandemica ha reso ancor più urgenti?
«Ci occupiamo di igiene in maniera trasversale, dal reparto chimico all’aspetto legato alle attrezzature: tutto ciò all’interno di un sistema che preveda protocolli, procedure e formazione costante e continua del personale, senza la quale non potremmo ottenere risultati. Oggi siamo abituati a parlare di Covid, ma non dimentichiamo che tutte le infezioni correlate resteranno parte integrante del sistema socio-sanitario. In questo senso, nel nuovo showroom che stiamo allestendo nell’ottica riorganizzazione aziendale a Genova, abbiamo predisposto un’aula formazione nella quale terremo corsi mirati alle tecniche e alle procedure di corretta igiene».

Il sistema “Clean&Care”: di cosa si tratta e che differenza segna rispetto ai progetti precedenti relativi al vostro settore?
«A differenza di tante altre realtà nel mercato del cleaning, il nostro è un consorzio di progetto: il fatto di mettersi assieme è stato pensato proprio per creare assieme progetti e fornire le migliori soluzioni al cliente finale. Garantire un corretto sistema che possa portare ad un risultato ottimale sull’igiene degli ambienti per i cittadini e le persone che vi lavorano è per noi un obiettivo imprescindibile. Ma non solo, è anche un cambio di passo culturale: un mondo con un’attenzione maggiore all’igiene è un mondo migliore in cui poter vivere».

Comark e Soligena, chiudiamo con qualche dato sul Gruppo: su quale area geografica operate e con quali prospettive di ulteriore sviluppo?
«In questo siamo un consorzio atipico: all’interno del consorzio, che ricopre tutto il territorio nazionale italiano con una forte spinta anche verso il territorio svizzero, abbiamo 14 dealer di cui uno svizzero e soci produttori con conoscenze delle materie prime. Queste due competenze hanno reso possibile il fatto di portare avanti un percorso condiviso di consorzio legato a diversi progetto: e proprio qui si inserisce il Clean&Care».

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Potrebbe interessarti anche

News

Cover stories